Tutto sulla tecnologia

Docking Station DS-B3 di Aukey: ottimo prodotto di qualità

Docking Station DS-B3 di Aukey: ottimo prodotto di qualità

Gen 19, 2015

Oggi vi parleremo di un oggetto di cui difficilmente un appassionato di pc, che magari li ripara, può fare a meno: stiamo parlando della Docking station DS-B3 di Aukey, prodotto adatto per Hard Disk Sata I/II/III sia da 3.5″ che da 2.5″ e compatibile con lo standard usb 3.0 ma anche usb 2.0 e 1.x

Docking station

Andiamo a vedere la confezione del prodotto e quali sono le sue funzionalità.

CONFEZIONE

La confezione è ottima come da tradizione Aukey, bella esteticamente e soprattutto protegge il prodotto in fase di trasporto. All’interno della scatola troviamo, oltre alla Docking station avvolta da una busta di plastica protettiva, un manuale di istruzioni (presenti le istruzioni in inglese, tedesco, francese, spagnolo e italiano), un cartoncino che ci ringrazia per l’acquisto del prodotto e che ci ricorda i canali da contattare nel caso in cui avessimo dei problemi con la docking, un alimentatore con outuput da 12V 4A e un cavo usb 3.0 type b.

Docking station

Insomma la confezione contiene tutto il necessario per utilizzare il prodotto al meglio. Ottima presentazione da parte di Aukey!

ESTETICA E SPECIFICHE TECNICHE

Il prodotto è in plastica nera, non scricchiola e trasmette sensazione di solidità. La sua compattezza lo rende facilmente trasportabile e le dimensioni di certo aiutano: 13.2 x 7.2 x 6.5 cm per un totale di 155 g.

Frontalmente prevale il logo Aukey, sia il lato destro che quello sinistro sono completamente puliti, nella parte superiore troviamo i due slot che permettono di inserire gli hard disk da 2.3″ o 3.5″ a seconda delle esigenze (ogni slot è “coperto” da una porticella a molla che si aprirà nel caso in cui inseriremo hard disk da 3.5″), 4 led che riportano consecutivamente le percentuali 25%, 50%, 75% e 100% ( in seguito vi spiegheremo a cosa servono). Il retro è ricco: partendo da sinistra verso destra troviamo un piccolo tasto che ci permette di scegliere se utilizzare la docking station in modalità clone o pc, il tasto per far partire la docking, il cavo usb 3.0, il connettore di alimentazione ed il tasto per accendere e spegnere il dispositivo.

Docking station

In basso troviamo 4 gommini posti negli angoli che evitano che su qualsiasi superficie il prodotto si sposti e quindi lo mantengono ben saldo.

Di seguito riportiamo la tabella con tutte le specifiche tecniche:

Connettori drive 2
Interfaccia Host Superspeed USB 3.0
Velocità massima trasferimento dati USB 3.0: 5 Gbps
Interfaccia interna SATA
Dischi rigidi compatibili SATA I/II/III da 2.5/3.5 pollici
Capacità massima dei drive Tutti i dischi fino a 4 TB
Alimentazione 12V DC 4A
Temperatura di funzionamento 5°C ~ 80°C
Temperatura di conservazione -40°C ~ 70°C
Umidità 8% ~ 90%
Dimensioni 13.2 x 7.2 x 6.5 cm
Peso 155 g
Sistemi operativi supportati Windows 2000/XP/Vista/7/8; MAC OS X: 10.4 Tiger/10.5 Leopard/10.6 Snow Leopard/10.7 Lion/10.8 Mountain Lion; Linux

Sia l’estetica ottima, che le specifiche tecniche di tutto rispetto, ci fanno presagire che si tratti di un ottimo prodotti e che svolga egregiamente il suo lavoro. Andiamo a vedere se è così!

USO

Cominciamo col dire che il dispositivo supporta l’hot swap: non abbiamo bisogno di spegnere il pc per connettere la docking station, la possiamo collegare anche quando il pc è già in funzione.

Per poter utilizzare il prodotto, innanzitutto lo dobbiamo collegare all’alimentatore in dotazione, poi possiamo inserire l’hard disk che vogliamo venga letto in uno dei due slot disponibili: nel caso in cui si voglia utilizzare la funzionalità clone, uno slot è dedicato all’hard disk da copiare (troviamo scritto “source” ovvero sorgente) mentre l’altro slot è dedicato all’hard disk dove vogliamo che vengano copiati i nostri file (troviamo scritto “target”, letteralmente obiettivo); ovviamente c’è un solo verso in cui possono essere posizionati i nostri dischi rigidi all’interno della docking station. Una volta scelta la nostra modalità di utilizzo e inserito l’hard disk, possiamo collegare la DS-B3 alla porta usb del computer: nel caso in cui non fossero disponibili porte USB 3.0 perché il nostro pc è obsoleto, non dobbiamo preoccuparci visto che la velocità di lettura si adatterà automaticamente a quella della porta USB disponibile.

Docking station

Fatti questi semplici passaggi, non dobbiamo attendere alcuna installazione di driver visto che questi sono già integrati all’interno del sistema operativo: altro punto a favore di questo favoloso prodotto! Da questo momento siamo pronti a utilizzare e leggere i file che si trovano all’interno dell’hard disk collegato alla docking e, nel caso in cui si tratti di un hard disk nuovo e vogliamo utilizzarlo come supporto esterno, non ci basta altro che andare in gestione drive ed allocare lo spazio disponibile a seconda delle nostre esigenze.

Noi abbiamo seguito alla lettera ciò che era scritto sul manuale e non abbiamo avuto nessun problema nell’utilizzo del prodotto e vi assicuriamo che, anche senza leggere le istruzioni, iniziare ad usare la docking è assolutamente semplice.

Per i nostri test abbiamo utilizzato un hard disk SATA II da 3.5″ da 250 GB e non abbiamo avuto problemi nell’accedere ai file contenuti al suo interno; la velocità di scrittura è ottima considerando che abbiamo collegato la DS-B3 ad una porta USB 2.0 proprio per verificare l’effettiva qualità del prodotto. Collegata anche ad una porta USB 3.0 non ha assolutamente deluso le aspettative.

Docking station

Nel momento in cui selezioniamo la modalità clone, ce ne accorgiamo subito visto che all’atto dell’accensione della docking, viene emesso un segnale acustico: la funzionalità di clonazione degli HDD risulta molto utile in quanto talvolta, trasportare dei dati da un disco rigido ad un altro, è un’operazione veramente molto laboriosa. Inoltre, tale funzionalità ci permette di avere una copia identica di tutti i file contenuti all’interno del nostro disco rigido. Unico accorgimento a cui bisogna attenersi, è che la dimensione dell’hard disk di destinazione deve essere maggiore e non uguale alla capacità dell’hard disk di cui si vuole effettuare la copia. I progressi del processo di clonazione vengono indicati dai 4 led di cui vi abbiamo parlato prima che ci indicano la percentuale di completamento.

CONCLUSIONI

La docking station DS-B3 di Aukey è un prodotto dall’indubbia utilità, ben assemblato e che gode di una garanzia di 18 mesi dalla data di acquisto. La funzione clone è un must che pochi concorrenti offrono a questo prezzo: infatti, questo prodotto Aukey, è in vendita su Amazon.it al prezzo di 39,99€. Noi lo consigliamo vivamente, Aukey con i suoi prodotti non ha mai deluso. Per chi volesse effettuare l’acquisto, lo invitiamo a cliccare qui: AMAZON

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: