Tutto sulla tecnologia

Recensione Robocraft per PC

Recensione Robocraft per PC

Mar 30, 2015

Salve a tutti, oggi vi parleremo di un gioco che risveglierà la creatività in voi proprio come quando da bambini vi appassionavate a giocare con le costruzioni (lego). Credo che tutti abbiano provato una grandissima soddisfazione nel vedere la propria creazione conclusa. Sto parlando di un gioco in cui non avrete limiti e restrizioni alla vostra immaginazione, in passato sono già stati creati giochi con simile concept ma mai come questo .Infatti i ragazzi di Freejam, un piccolo studio indipendente di soli cinque elementi, hanno dato vita al loro sandbox game: Robocraft.

Il gioco in sè può essere riassunto con 3 semplici parole: Costruisci-Guida-Combatti. Appena avviato il gioco troveremo nel nostro garage un modello di robot costituito da pezzi base. La costruzione infatti sarà la meccanica madre all’interno del titolo e nella quale verrà speso la gran parte del tempo. Il gioco si divide sostanzialmente in 2 parti: la creazione e il combattimento a squadre. Con seconda modalità, nel quale ci saranno due team che si affronteranno in un match di conquista delle rispettive basi, guadagneremo due tipi di valuta. La prima servirà per sbloccare nuovi pezzi, mentre la seconda verrà utilizzata per acquistarli.

Oltre alla forma, con l’avanzare del livello sbloccheremo sempre più elementi e pezzi con la quale personalizzare e rendere sempre più unico il nostro mezzo. Molto presto infatti, oltre alle classiche ruote, ci verranno resi disponibili vari mezzi di locomozione come rotori con cui creare hovercraft o droni, ali e stabilizzatori per costruire velivoli di ogni tipo, propulsori, e zampe da camminatore con le quali potremo dare vita a veri e propri insetti meccanici. Ovviamente come per i pezzi, sarà possibile acquistare vari modelli diversi di armi, infatti oltre alle torrette laser, rapide e semplici da utilizzare, ci saranno anche cannoni al plasma, fucili da cecchino e un raggio a naniti che potrà essere utilizzato sia per danneggiare i nemici che per rimettere in sesto gli alleati.

A concludere il comparto strategico e militare ci saranno anche altri device opzionali, come radar per individuare gli avversari sulla mappa, vari tipi di scudi energetici, dispositivi di disturbo (jammer) e un aggeggio che ci permetterà di rimetterci in pista nel caso in cui dovessimo ribaltarci.

 

L’approccio “competitivo” del gioco potrebbe all’inizio sembrare poco profonda ma il titolo offre meccaniche molto più profonde infatti la forma e la costituzione del robot influiranno pesantemente sulla sua manovrabilità, costringendoci spesso a spostare scudi o a limare delle sezioni per averne un maggior controllo durante gli scontri. Allo stesso modo la tipologia di avversari che affronteremo determinerà la disposizione delle nostre difese, facendoci ovviamente scegliere una protezione maggiore della parte superiore del mezzo quando sul campo di battaglia inizieranno ad essere onnipresenti aerei, bombardieri volanti e droni. Anche il “fare fuoco” non sarà casuale, in Robocraft saremo incentivati a distruggere le zone sensibili degli avversari. se ci pensate è inutile accanirsi sul poderoso corpo di un tank, meglio invece, distruggere le sue torrette e poi smantellarlo con comodo quando non sarà più in grado di attaccarci. Allo stesso modo sarà meglio puntare alle ali dei velivoli per vederli schiantarsi al suolo o disintegrare le ruote di mezzi veloci per impedire che sfuggano alla nostra furia.

Il gameplay calcolato e profondo è un po’ sprecato a causa della mancanza di modalità di gioco. Attualmente (anche se il gioco è ancora in Alpha) è possibile partecipare a battaglie a squadre e, a partire dal livello sette, anche a delle boss fight. Durante questi match saremo chiamati a fare la parte del boss e a difendere una base, mentre un manipolo di giocatori di livello più basso tenterà di distruggerci.

Robocraft ha una grafica minimalista che ben si sposa con il design “cubico” dei robot. I modelli che potremo creare saranno in grado di soddisfarci, poco ma sicuro, per le ambientazioni però il discorso è diverso. Al momento sono disponibili solo due location: una marziana e una su un pianeta ghiacciato. Queste sono veramente scarne e, anche se perfettamente funzionali al loro scopo, dopo pochissimo tempo si sente il bisogno di qualcosa di nuovo. Si nota la volontà degli sviluppatori di permettere a chiunque di fruire del loro prodotto, visto che è un game free to play e i requisiti minimi veramente accessibili a chiunque, ma aumentare un po’ la resa grafica sarebbe stata cosa gradita a più di un utente. I ragazzi di Freejam sono ad ogni modo molto attenti alla loro community e garantiscono un costante supporto al titolo che attualmente si trova ancora in fase alpha. Non si esclude quindi l’introduzione nel breve tempo di nuove ambientazioni, armi, e altro ancora, il che sarebbe un notevole valore aggiunto ad un titolo che già così com’è risulta godibile e divertente. Gli sviluppatori inoltre, ogni mese mettono a disposizione codici promozionali che una volta inseriti all’interno del gioco attiveranno per determinato periodo l’account premium oppure ci daranno degli abbellimenti per i nostri robot; qui sotto ve ne inserirò alcuni che sono validi per tutti i nuovi players.

 

 

Code Contents Additional Notes
COOP-LAND-489367 5,000 RP Questo codice può essere usato solamente durante la creazione dell’account
STEAMLAUNCH-1000RP 1,000 RP per nuovi utentiche effettuano il primo login Questo codice può essere usato solamente durante la creazione dell’account
bob-551282 3,000 RP per nuovi utenti che effettuano il primo login Questo codice può essere usato solamente durante la creazione dell’account

 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: